INSTALLAZIONE, SERVICE E MANUTENZIONE

AR Filtrazioni concentra da sempre tutte le proprie energie nella depurazione del comparto aria, specializzandosi e focalizzandosi sugli inquinanti presenti nelle officine metal meccaniche, l'esperienza e la preparazione tecnica sono caratteristiche essenziali del comparto tecnico di AR Filtrazioni, consentendole di essere leader del mercato da ormai vent'anni.

come afferma Angelo Riceputi Presidente di AR Filtrazioni:
“I clienti chiamano per risolvere un problema e noi lo facciamo.”

 

AR FILTRAZIONI conta 35 Punti Vendita/Assistenza in Europa ed uno oltre oceano

(MTS Machine Tool Solutions LTD, Brampton www.machinetoolsolutions.ca)

Installazione di filtri per fumi e nebbie oleoseFotografie scattate nella sede della Gildemeister Italiana s.p.a (Bergamo)

 

Installazione? Facile!

L’azienda dota ogni impianto di kit d’installazione completo di manuale d’installazione , onde consentire al prodotto di essere installato in ogni parte del mondo.

In alternativa AR FILTRAZIONI offre la soluzione chiavi in mano.

Lingue disponibili: inglese , tedesco , ceco , cinese , francese , polacco , portoghese , rumeno , russo , sloveno , spagnolo.

Come si installa un depuratore d'aria?

Come si evince dalle fotografie pubblicate,

sono 3 le soluzioni applicative che concernono l’installazione dell’depuratore:
depuratore da fumi e nebbie oleose serie ARNO

 

1. Su PIANTANA H 2000 MM da fissare a pavimento;

2. A bordo macchina grazie ad un supporto ad hoc , ARFILTRAZIONI infatti grazie alla stretta collaborazione instaurata con molti produttori di macchine utensili riesce a progettare E DISEGNARE i supporti grazie alle specifiche delle macchine forniteci dai vari costruttori, oppure i nostri tecnici effettueranno un sopralluogo in loco (i tecnici AR eseguono sopralluoghi su tutto il territorio europeo.) prendendo le misure della macchina per poi far realizzare un supporto apposito.

3. Su trolley se si desidera una SOLUZIONE MOBILE e polivalente che possa essere sfruttata per più macchine che non lavorano contemporaneamente

(ARFILTRAZIONI in ogni caso consiglia sempre la soluzione N 2 su piantana perché autonoma rispetto alla macchina.)

installazioni di filtri per fumi e nebbie oleose

 cerca il tuo depuratore

Manutenzione? Veloce!

L’azienda dota ogni impianto di manuale di manutenzione , onde consentire al prodotto di essere manutentato in piena autonomia in ogni parte del mondo.

                                             

 

Con che frequenza deve esser fatta la manutenzione?

una volta ogni 12/18 mesi.

In media la manutenzione deve essere eseguita una volta l’anno, come dettato dalle norme in materia di sicurezza e salubrità dei luoghi di lavoro.

Con il 60% di filtri di ricambio autopulenti e/o rigenerabili, regolati dal rilevatore intasamento filtri , ci piace dire CHE VI DIMENTICHERETE DELLA MANUTENZIONE.

(Per garantire le prestazioni ufficiali utilizzare sempre ricambi originali ARFILTRAZIONI.)

come capisco che il depuratore è intasato e ha bisogno di manutenzione?

Gli impianti sono corredati di dispositivo di intasamento filtri MANOMETRO, che controlla costantemente il grado di intasamento dei filtri ed il grado di efficienza, permettendo un riscontro immediato da parte degli operatori.

i tempi medi di manutenzione sono frutto di medie indicative ottenute sulla base di statistiche elaborate grazie alle migliaia di impianti che ARfiltrazioni manutenta annualmente presso i propri clienti.

La manutenzione è molto semplice, richiesta una sola volta l'anno e la necessità di manutenzione viene indicata dal manometro.

 

Manometro ARNO

AR Filtrazioni può occuparsi della manutenzione dei filtri con tecnici attrezzati per l'assistenza in tutta Europa.

AR FILTRAZIONI offre anche un servizio accessorio ai propri clienti, (garantendo assistenza in tutta Europa) caratterizzato da interventi di personale tecnico specializzato per la manutenzione annuale programmata, con rilascio di regolare avvenuto intervento di manutenzione.

In un settore in cui i tempi di produzione sono costantemente monetizzati, (i secondi sottratti alla produzione di una macchina utensile a controllo numerico, comportano la diminuzione del numero di pezzi prodotti e quindi un mancato guadagno) la manutenzione e la sua tempistica costituiscono il vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti.

 

UN BUON PRODOTTO DEBBA ESSERE COMUNQUE ACCOMPAGNATO DA UN BUON SERVIZIO PRE E POST VENDITA.

Service? Fondamentale! 

A proposito di buon servizio... la parola ad un cliente

(tratto dall’articolo di MACCHINE UTENSILI sull'officina meccanica OMZ ))

angelo-riceputi-e-marina-zanotti

Mrs. Marina Zanotti general manager and co-owner of OMZ SpA and Angelo Riceputi, owner of AR Filtrazioni.

I signori Marina Zanotti direttore generale e contitolare di OMZ SpA e Angelo Riceputi, titolare di AR Filtrazioni.

La gestione della filtrazione

È ormai evidente che la filtrazione dell’aria è un problema di gran rilievo e che, nelle moderne macchine utensili ad asportazione di truciolo e ad alta produttività, essa non è più un problema collaterale bensì un aspetto vitale dell’impiego delle macchine stesse. Del resto, le norme più recenti di igiene e medicina del lavoro impongono ristretti limiti alle impurità presenti nell’aria degli ambienti di lavoro. Al di là delle norme (che vanno ovviamente rispettate) vi è anche una precisa presa di coscienza del personale che – in vari e non più rari casi – protesta con forza e si ribella quando le condizioni ambientali non sono in regola.

E quindi bene che i responsabili delle officine meccaniche – ma anche gli stessi costruttori di macchine – imparino a vedere il fi ltro aria non più come un accessorio opzionale bensì come un elemento vitale delle macchine e della loro gestione.

In questo senso, la OMZ s’è un caso esemplare: ogni macchina dispone di un proprio depuratore dell’aria e le frequenti ispezioni delle varie autorità preposte a questi problemi segnalano regolarmente livelli d’inquinamento al di sotto del limite di rilevabilità.

Ma l’azienda cremasca ha fatto di meglio e di più: ha affidato al costruttore di depuratori AR fi ltrazioni l’intera “gestione” degli stessi. Tutti gli apparecchi installati nella sua officina (molte decine) sono dotati di rilevatore visivo d’intasamento fi ltri e oggetto di un piano di manutenzione e controllo curato dalla stessa AR, ricevendo così automaticamente le cure necessarie.

Dice Angelo Riceputi, titolare di AR Filtrazioni: «Così OMZ non deve più preoccuparsi dei depuratori: essi sono seguiti direttamente da noi che ne siamo responsabili. A nostra cura il calendario interventi e la gestione del parco macchine, cosicché abbiamo sempre il preciso monitoraggio della situazione. AR filtrazioni gestisce direttamente la manutenzione su oltre mille impianti operanti in una gran varietà di condizioni diverse. Li assistiamo tutti. Pur notevole, questo impegno è la base del nostro successo e della nostra costante volontà di innovazione. Il cliente contento è la miglior gratificazione».

Aria buona in officina OMZ

 

L'unica soluzione è un impianto di depurazione centralizzato? Assolutamente no!

Parliamo dei vantaggi concreti dei depuratori singoli AR rispetto ai sistemi centralizzati.

Vi portiamo l’esempio di LONATI S.P.A

«Avevamo bisogno - sintetizza Pasotti - di un impianto che rendesse ciascuna macchina completamente indipendente, sotto i profili della produzione, del riutilizzo dell’olio e della sicurezza antincendio».

Impianto depurazione fumi e nebbie oleose presso azienda LonatiDalla centralizzazione all’impianto singolo di captazione fumi Inizia quindi la collaborazione con AR Filtrazioni con l’installazione di un impianto pilota di filtrazione dei fumi su uno dei centri di lavoro più recenti.

«La sperimentazione è durata oltre un anno - spiega Angelo Riceputi, di AR Filtrazioni- Dopo questo periodo abbiamo deciso insieme a Lonati di dotare tutte le macchine dell’officina meccanica con i nostri sistemi di filtrazione dei fumi ottimizzando ciascun impianto sulle caratteristiche della singola macchina e della lavorazione che esegue visto che, per esempio, la lavorazione dell’alluminio produce più fumi.

Abbiamo utilizzato un sistema combinato di filtrazione ottimizzato che prolunga la durata e l’efficienza del filtro finale; in particolare, su alcune macchine è stato realizzato un sistema di prefiltrazione ancora più performante che applica la tecnologia del ricondensatore centrifugo autopulente di AR Filtrazioni».

Importante sottolineare come i 47 impianti AR Filtrazioni montati hanno permesso di svincolare l’intero reparto di officina meccanica di Lonati da un impianto centralizzato, risolvendo così i timori di blocco della produzione in caso di malfunzionamento.

«Se c’è un problema relativo alla filtrazione - conferma Pasotti – oggi è sufficiente bloccare la macchina coinvolta, ma il resto della produzione può continuare.Inoltre, la manutenzione su questi impianti è molto più semplice e rapida».

Anche sotto il profilo del recupero dell’olio i risultati sono stati significativi sia sotto il profilo quantitativo che qualitativo.

«L’impianto di filtrazione rimette l’olio in ricircolo direttamente sulla macchina che lo utilizza senza che ci sia contaminazione con altri tipi di olio. In questo modo abbiamo ridotto del 15% i nostri consumi di olio e abbiamo incrementato l’efficienza e la qualità nelle lavorazioni».

Grandi vantaggi anche nell’ambiente di lavoro che, libero dalle tubazioni dell’impianto centralizzato, ha guadagnato in luminosità meritando i complimenti dei sindacati e permettendo ulteriori miglioramenti nello stabilimento, come per esempio l’installazione di illuminazione a led.

«È sparito anche il sentore d’olio tipico da officina meccanica - spiega il responsabile ambiente di Lonati - Un risultato che non immaginavo di potere raggiungere».

Inoltre, visto che non c’è più un impianto di aspirazione centralizzato che immette aria all’esterno, si sono anche ridotti i consumi dell’impianto di climatizzazione del reparto. «Installando l’impianto sulla singola macchina si evita inoltre il rischio di diffondere l’incendio nello stabilimento; in più, in questo caso abbiamo anche scelto di utilizzare tubi in gomma tra il centro di lavoro e l’impianto di filtrazione così, in caso di incendio, si bloccano le fiamme ancora prima di raggiungere il filtro».

Dal punto di vista della manutenzione, di cui si occupa direttamente AR Filtrazioni con un servizio globale che comprende anche l’installazione, i risultati sono estremamente soddisfacenti.

«In accordo con Lonati - spiegano i tecnici di AR Filtrazioni - si è scelto di eseguire controlli semestrali in occasione dei quali i nostri esperti analizzano i filtri, la cui durata dipende anche dalle lavorazioni eseguite dalla macchina, ed eseguono la sostituzione solo quando necessario.

rilasciamo al cliente una tabella riepilogativa dell’impianto manutenuto, documento che in Lombardia è obbligatorio per legge, con il dettaglio di ogni intervento eseguito.

Se guardiamo agli impianti installati in Lonati, le sostituzioni dei filtri sono avvenute dopo circa un anno e mezzo dall’installazione, escludendo ovviamente alcune macchine particolarmente gravose nella produzione di fumi e trucioli».

L’intasamento del filtro è segnalato sull’impianto tramite un rilevatore visivo che utilizza un sistema intuitivo di spie, dove la luce verde significa “funzionamento ottimale”, quella gialla “necessità di controllo” e quella rossa “intasamento”.

«Questo rilevatore - spiega Pasotti - ha portato a un vantaggio inatteso: l’operatore, avendo la possibilità di controllare l’impianto, si sente coinvolto ed è stimolato a contribuire al monitoraggio».

Aria nuova in officina