Germania: basi militari convertite in oasi naturali

Ben 31mila ettari, equivalenti a oltre 40mila campi da calcio, composti da habitat differenti come foreste, paludi, prati e brughiere, gestiti dalle forze militari tedesche, saranno restituiti alla natura. Lo ha annunciato il ministro dell’Ambiente tedesco, Barbara Hendricks, sostenendo che il governo ha deciso di opporsi alla vendita dei terreni per scopi edilizi, preferendo invece convertirli in aree naturali protette.

Continua la lettura sulla pagina di Lifegate